I Documenti Necessari per Viaggiare: la Carta d'Identità e il Passaporto

I Viaggi all'Estero

Siete in procinto di uscire dai confini nazionali per piacere o per lavoro? Dopo aver fantasticato sul paese destinato ad accogliervi è indispensabile tornare alla realtà, perlomeno per il lasso di tempo necessario a informarsi sui documenti richiesti per entrare in una nazione straniera.
In primo luogo è fondamentale sapere se il viaggio verso la meta desiderata richieda il passaporto oppure sia sufficiente la carta d'identità.


LA CARTA D'IDENTITA'
Per entrare nei paesi che hanno aderito agli Accordi di Schengen, ovvero i paesi appartenenti all'Unione Europea ed altre nazioni fra cui la Svizzera, è sufficiente la carta identità dal momento che sono stati aboliti i controlli alle frontiere.
Viaggiare all'interno della zona di Schengen è pertanto assai semplice, e l'allargamento dell'area che è in atto da qualche anno facilita sempre più la vita dei cittadini europei, ma anche molte altre mete turistiche assai amate richiedono semplicemente la carta d'identità valida per l'espatrio. Tra i paesi particolarmente apprezzati dai turisti, citiamo la Croazia, Malta e fino alla fine del 2009 le Mauritius, consigliandovi di informarvi nel modo adeguato, facendo anche attenzione alla scadenza del vostro documento d'identità e al fatto che autorizzi l'espatrio.
In merito vi ricordiamo che attualmente le carte d'identità rilasciate a cittadini italiani sono valide per l'espatrio, a meno che non sia stata apposta la specifica dicitura indicante il contrario.
La carta d'identità risulta poi sufficiente per visitare anche paesi lontani che costituiscono mete turistiche di pregio e di conseguenza sono interessate ad attirare il maggior numero possibile di visitatori. Ad esempio, partecipando a viaggi organizzati da tour operator, si può entrare in Marocco, in Tunisia o in Egitto, luoghi resi accattivanti anche in virtù degli ottimi costi dei viaggi last minute.


IL PASSAPORTO
Per viaggiare nei paesi che non sono integrati nell'Unione Europea, o che comunque non hanno aderito agli Accordi di Schengen, è necessario premunirsi del passaporto, perlomeno in via generale. Vi sono, infatti, rilevanti eccezioni che interessano i paesi ad intenso flusso di turisti nei quali è previsto un allentamento dei controlli in entrata. Se si sceglie di partire con un tour operator per destinazioni come la Turchia, il Marocco o l'Egitto si può evitare di richiedere (od eventualmente rinnovare il passaporto) ma per evitare ogni cattiva sorpresa vi consigliamo di soddisfare tutte le vostre perplessità ponendo domande all'agenzia che organizza il viaggio.
Per tutti coloro che sono intenzionati a partire autonomamente, oppure si recano in paesi in cui è obbligatorio presentare il passaporto, mettiamo a disposizione alcune informazioni su come ottenere il documento che consente l'espatrio.
La richiesta del passaporto va presentata presso le Questure, le Stazioni dei Carabinieri, gli Uffici Comunali, gli Uffici passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza o gli Uffici Postali. Tale richiesta deve essere accompagnata da un documento di riconoscimento, due foto formato tessera identiche ed il contrassegno telematico del valore pari a 40,29 euro, che ha sostituito la vecchia marca da bollo, ed è valido per 365 giorni. Ricordiamo, infine, che a decorrere dal 2003 il passaporto ha raddoppiato la validità, passata da cinque a dieci anni.

Il Passaporto per i Gruppi
Per facilitare i viaggi di gruppo, snellendone le pratiche e riducendone i costi, è previsto un passaporto collettivo per comitive che comprendano un numero di componenti incluso tra i cinque ed i cinquanta. In questo caso il capogruppo, il quale deve avere un passaporto individuale valido, può richiedere il peculiare documento di gruppo alla Questura indicando con precisione tutti membri della comitiva ed allegandone i relativi documenti d'identità in fotocopia. I costi sono estremamente ridotti, risultando inferiori ai 4 euro per ogni partecipante.
In merito ai viaggi di gruppo ricordiamo che in alcuni casi quando si ha scelto di partire con un viaggio organizzato da un tour operator riconosciuto dalla nazione ospitante è possibile varcare i confini di un paese estero con la semplice carta d'identità.
Tale opportunità è particolarmente interessante quando si sceglie un'offerta last-minute che non concede il tempo del disbrigo delle pratiche burocratiche e pertanto è sempre utile informarsi presso l'organizzatore del viaggio se sia sufficiente la carta d'identità (ovviamente valida per l'espatrio) per entrare nel paese facendo il visto direttamente in aeroporto.
La possibilità di varcare le frontiere essendo iscritti ad un viaggio organizzando è, ad esempio, offerta dalla Tunisia, dall'Egitto e dal Marocco, alcune fra le mete predilette dai turisti italiani.