Come Ottenere il Visto e le Regole per Viaggiare negli Stati Uniti con l'ESTA

Il Visto di Viaggio

Per viaggiare al di fuori dai confini europei è di frequente richiesto il visto turistico, rilasciato dallo Stato che si intende visitare.

In alcuni casi particolari, come ad esempio un viaggio inferiore ai tre mesi in Marocco, non è necessario attivarsi per ottenere il visto, quindi il consiglio migliore è di informarsi presso l'Ambasciata della nazione in cui ci si vuole recare, naturalmente anche attraverso il suo sito internet.
Qualora ci si sia rivolti ad un'agenzia turistica solitamente è la stessa organizzazione che informa il cliente e predispone le pratiche necessarie all'ottenimento dell'indispensabile permesso, ma se preferite pianificare da soli il vostro viaggio non temete: la procedura per ottenere il visto è piuttosto semplice.
Il documento, che ha una durata di tempo limitata ed è vincolato ad una precisa finalità (ad esempio turistica), può essere richiesto all'Ambasciata oppure può essere fatto una volta giunti alla Dogana del paese ospitante.
Nel caso ci si voglia premunire del visto prima di partire è necessario compilare la modulistica predisposta con i propri dati personali, la durata e lo scopo del viaggio e un indirizzo relativo alla località in cui si intende soggiornare. Inoltre è necessario fornire il proprio passaporto e due fototessere, oltre a coprire i costi legati all'ottenimento del permesso i quali sono variabili.
Nel caso in cui si scelga di giungere alla meta e pensare solo alla dogana all'ottenimento del visto è consigliabile ricordarsi di partire con due fototessere e, naturalmente, con il passaporto. La procedura è simile a quella precedente, ma solitamente alla dogana i pagamenti vengono effettuati in dollari.

IL VISTO PER GLI STATI UNITI
La normativa per entrare negli Stati Uniti è stata modificata dall'introduzione del Visa Waiver Program (Programma Viaggio Senza Visto) in base al quale i cittadini di determinate nazioni che hanno aderito all'accordo, tra cui l'Italia, possono evitare la richiesta del visto precedentemente necessario.
Dal gennaio 2009 è quindi possibile recarsi negli Stati Uniti, per viaggi di piacere o di lavoro, trattenendosi sul suolo americano per un periodo inferiore ai 90 giorni senza richiedere il visto, ma con una particolare autorizzazione chiamata ESTA: un notevole risparmio di tempo!
La procedura richiesta dalla nuova normativa semplifica, infatti, la presentazione della domanda che può essere compilata on line tramite il sito dell'ESTA, volendo anche in lingua italiana. E' sufficiente riempire il modulo con i propri dati anagrafici, gli estremi del passaporto, le informazioni sulle date dei voli e sulla dimora prescelta negli Stati Uniti. A completamento, ci sono alcune domande relative alle ragioni del viaggio, alle condizioni di salute e alla propria fedina penale.
Entro 72 ore arriverà la risposta da parte dell'ESTA, senza alcun aggravio economico dal momento che la procedura è gratuita.